Credits to Pixabay.com
04.09.2019
Redazione

Per un nuovo umanesimo

A volte, per trasmettere un’idea, non occorre spendere troppe parole.

Per ricordare il senso e lo scopo del progetto DPU, abbiamo scelto di prendere in prestito le parole usate dalla professoressa Antonella Botti, nella sua lettera di adesione all’appello contro il populismo recentemente lanciato da un gruppo di intellettuali italiani, su iniziativa del noto filosofo, saggista e politico Massimo Cacciari.

La vera emergenza è quella di costruire un argine contro ogni forma di populismo, contro la xenofobia, contro i nuovi razzismi in nome di una società civile che riparta dall’UOMO, […]  dall’UOMO in quanto umanità. È necessario che in ogni campo
sia politico che economico, culturale e sociale non si perda mai di vista l’uomo, la sua dignità, il suo inestimabile valore e, al di là di ogni faglia e filo spinato, lo si consideri il fine ultimo di ogni progetto

«[…] C’è molto da fare, a partire dalla formazione scolastica. Se uniti si costituirà una forza inarrestabile, la forza della cultura, la sola che possa costituire un argine autentico contro la deriva pericolosa del populismo e della miseria, principalmente di quella della mente».

Dalla lettera di Antonella Botti, pubblicata in HuffPost, 5 settembre 2018

Altro

Un incontro di saperi sull’uomo e sulla società
per far emergere l’inatteso e il non detto nel diritto penale