Credits to Pixabay.com
02.04.2019
Redazione

International Brain Laboratory

Ad ampliare il panorama dei progetti di neuroscienza su larga scala ad oggi esistenti (come lo Human Brain Project europeo[1] e la BRAIN Initiative statunitense[2], entrambi avviati nel 2013) a settembre del 2017 è nato International Brain Laboratory (IBL), un laboratorio internazionale virtuale che unisce 21 centri di ricerca fra Europa e Stati Uniti e per il quale due diverse organizzazioni scientifiche (una britannica e una statunitense) hanno stanziato oltre 13 milioni di dollari.

Lo scopo del progetto è quello di studiare il funzionamento del cervello nel suo complesso e, in particolare, i meccanismi cerebrali coinvolti nel comportamento adattivo e nel processo decisionale, attraverso la collaborazione dei maggiori laboratori e centri di ricerca esistenti.

Attraverso la raccolta dei dati relativi alle diverse aree del cervello e alla loro condivisione all’interno di IBL, l’ambizione degli scienziati del team – di cui fa parte anche l’italiano Matteo Carandini, neuroscienziato e professore presso l’University College di Londra – è quella di arrivare alla conoscenza completa di tutti i processi neurali alla base del comportamento umano.

Sperimentatori e studiosi teorici lavoreranno a stretto contatto per analizzare i dati e per costruire nuove teorie sui circuiti cerebrali sottostanti.

«Si tratta di un approccio» – si legge nell’articolo di presentazione del progetto, pubblicato nel dicembre 2017 sulla rivista Neuron – «differente da quello tradizionalmente adottato in ambito neuroscientifico, in cui singoli laboratori studiano diversi comportamenti e registrano dati relativi a un numero limitato di aree del cervello. In altri campi della scienza, ad esempio la fisica e la genomica, grandi team di scienziati hanno collaborato per anni con successo a progetti su larga scala. Applicare questo approccio collaborativo anche alle neuroscienze rappresenta una sfida ardua, ma allo stesso tempo consentirà anche al nostro settore di ricerca di raccogliere i benefici derivanti dallo sforzo collettivo nell’esame dei più complessi problemi scientifici».

______________________________________

[1] Per approfondimenti su questo progetto v. Redazione, Il progetto europeo sul cervello umano, in questa rivista, 3 aprile 2019.

[2] A proposito di questa iniziativa di ricerca v. sempre Redazione, L’esortazione del Presidente, in questa rivista, 3 aprile 2019.

More

A meeting of knowledge on individual and society
to bring out the unexpected and the unspoken in criminal law

 

ISSN 2612-677X (website)
ISSN 2704-6516 (journal)

 

The Journal does not impose any article processing charges (APC) or submission charges