15 Aprile 2020
Redazione

Ispezioni della terribilità. Leonardo Sciascia e la giustizia ­– incontro inaugurale

Ciclo di letture Milano, 15 aprile 2020

«… Il potere di giudicare i propri simili non può e non deve essere vissuto come potere.
Per quanto possa apparire paradossale, la scelta della professione di giudicare dovrebbe avere radice nella repugnanza a giudicare, nel precetto di non giudicare;
dovrebbe cioè consistere nell’accedere al giudicare come ad una dolorosa necessità, nell’assumere il giudicare come un continuo sacrificarsi all’inquietudine, al dubbio»

 

Questa la citazione di Leonardo Sciascia scelta per presentare il “ciclo di letture Massimo Bordin”, organizzato dall’Associazione Amici di Leonardo Sciascia e dall’Unione delle Camere Penali Italiane in occasione del centenario della nascita dello scrittore.

L’iniziativa si svilupperà in sette successivi incontri, presso altrettante città italiane (Milano, Padova, Torino, Bari, Firenze, Palermo e Roma), fino al 12 marzo 2021.

L’incontro inaugurale, originariamente fissato per il giorno di venerdì 6 marzo, è stato rinviato (in ottemperanza alle prescrizioni della Regione Lombardia volte a contrastare la diffusione del virus COVID-2019) al giorno 15 aprile, alle ore 15.00.

L’eventi si terrà a Milano, presso la Biblioteca Sormani, in Via F. Sforza, 7, ed è ispirato a una citazione tratta da La strega e il capitano: «Terrificante è sempre stata l’amministrazione della giustizia, e dovunque. Specialmente quando fedi, credenze, superstizioni, ragion di stato o ragion di fazione la dominano o vi si insinuano».

Di seguito il programma dell’incontro.

Dopo i saluti di Giuseppe Sala, sindaco del Comune di Milano, Emma Bonino, senatrice +Europa, presidente Comitato Centenario Sciasciano, Stefano Parise, direttore Area Biblioteche, Comune di Milano, Andrea Soliani, presidente Camera Penale di Milano, Francesco Izzo, presidente Amici di Leonardo Sciascia, e di Lorenzo Zilletti, avvocato, responsabile Centro Studi giuridici e sociali “Aldo Marongiu” UCPI, presenteranno le proprie relazioni Salvatore Scuto, avvocato UCPI, Paolo Squillacioti, filologo, CNR OVI di Firenze, curatore Opere di Sciascia (Adelphi), e Vito Velluzzi, filosofo del diritto, docente Università Statale di Milano.

L’incontro è presieduto e coordinato da Simona Viola, avvocato, Italiastatodidiritto.

 

Per scaricare la locandina dell’evento del 6 marzo, clicca su “apri allegato”.

Per consultare il programma completo del ciclo di letture, clicca qui.

Un incontro di saperi sull’uomo e sulla società
per far emergere l’inatteso e il non detto nel diritto penale

 

ISSN 2612-677X (sito web)
ISSN 2704-6516 (rivista)

 

La Rivista non impone costi di elaborazione né di pubblicazione