Credits to Unsplash.com
15.05.2019
Vincenzo Giglio

Volevo un finale perfetto

Il caso del Comune di Riace come crocevia delle contrapposizioni ideologiche nelle politiche di accoglienza dei migranti e dei loro punti di criticità

Abstract. Lo scritto è focalizzato sul modello di accoglienza ai migranti sperimentato nel Comune di Riace, sui suoi risultati e sulle crescenti difficoltà che hanno portato alla sua fine e all’avvio di un procedimento penale nei confronti del Sindaco Domenico Lucano. È anche l’occasione per una riflessione più ampia sulle politiche nazionali in materia e sulla loro profonda revisione ad opera del Governo in carica e di quello precedente.

 

SOMMARIO: 1. L’inizio – 2. La nascita del modello Riace. – 3. Un piccolo laboratorio d’umanesimo. – 4. Gli strumenti dietro il modello. – 4.1. Il previgente sistema nazionale nelle materie del diritto di asilo e dell’accoglienza dei migranti e la partecipazione del Comune di Riace. – 4.2. I numeri. – 5. Considerazioni d’insieme sul sistema nazionale d’accoglienza dei migranti. – 6. I controlli sul Comune di Riace… – 7. …e le conseguenze che ne sono derivate. – 8. La vicenda giudiziaria. – 8.1. Il provvedimento cautelare del GIP di Locri. – 8.2. L’ordinanza del Tribunale del Riesame di Reggio Calabria. – 8.3. Le pronunce di legittimità. – 8.4. Gli eventi giudiziari successivi. – 8.5. Qualche osservazione conclusiva. – 9. Le recenti modifiche delle politiche pubbliche in tema di accoglienza ai migranti. – 10. La vicenda della nave “Diciotti”. – 10.1. I fatti. – 10.2. L’esito in Senato. – 11. Gli opposti destini del Sindaco e del Ministro. – 12. Post-scriptum.

 

Per leggere la Riflessione, clicca su “apri allegato”.

Altro

Un incontro di saperi sull’uomo e sulla società
per far emergere l’inatteso e il non detto nel diritto penale