Credits to Pixabay.com
31.07.2019
Vasco Jann

Pericolo penalmente rilevante e tecniche di risk assessment

Le considerazioni dei giudici di merito nell’ambito del processo al Polo chimico di Spinetta Marengo.

Abstract. Proseguiamo i lavori del cantiere aperto sul diritto penale nella società del rischio, pubblicando l’estratto delle sentenze rese dalla Corte di Assise di Alessandria e dalla Corte di Assise d’Appello di Torino nell’ambito del procedimento penale a carico dei dirigenti apicali e amministratori delegati delle due società che, nel tempo, si sono succedute nella gestione del Polo chimico di Spinetta Marengo (AL), accusati, tra l’altro, del grave delitto di avvelenamento doloso delle acque (art. 439 c.p.). Tali sentenze si segnalano, infatti, per essere i primi, e finora unici, casi all’interno del panorama giurisprudenziale italiano in cui un giudice penale ha ritenuto di poter dedurre dai risultati di un risk assessment sanitario la prova del pericolo penalmente rilevante. Di seguito proponiamo, quindi, una sintesi dei principali snodi argomentativi con cui entrambe le Corti di merito hanno riconosciuto la sussistenza di un pericolo concreto per la pubblica incolumità.

 

SOMMARIO:  1. L’origine del processo e le sentenze di merito. – 2. L’accertamento del pericolo per la pubblica incolumità nelle pronunce di primo e secondo grado. – 2.1. La sentenza della Corte di Assise di Alessandria. – 2.2. La pronuncia d’appello.

 

Per leggere la Riflessione, clicca su “apri allegato”.

 

Per scaricare la sentenza della Corte di Assise di Alessandria, 14 dicembre 2015, n. 1, in commento, clicca qui.

Per scaricare la sentenza della Corte di Assise di Appello di Torino, 20 giugno 2018, n. 8, in commento, clicca qui.

Per leggere la relazione tecnica redatta dai consulenti della Procura nell’ambito del procedimento in oggetto, clicca qui.

Altro

Un incontro di saperi sull’uomo e sulla società
per far emergere l’inatteso e il non detto nel diritto penale